Ortodonzia Invisibile

Ortodonzia Fissa

Questo tipo di apparecchio è quello più conosciuto ed è disponibile in diverse forme e grandezze. Di solito però, quando si parla di apparecchio fisso, ci si riferisce al modello “edgewise“, ovvero quello formato da placchette. Queste placchette vengono attaccate su ogni singolo dente e nella parte chiamata “slot” viene inserito un “filo” metallico. Questo, passando per tutti gli attacchi, segue perfettamente la forma dell’arcata dentale. Essendo dotato di proprietà elastiche, riesce ad esercitare una forza sulle piastrine in modo da allineare pefettamente i denti. Grazie a questo tipo di forza, che ogni apparecchio fisso riesce ad imporre alle placchette 24 ore su 24, si potranno notare risultati nel lungo periodo, che porteranno dei grandi benefici sia a livello estetico, sia in tutte quelle azioni che impongono l’uso dei denti (masticazione).

Apparecchio trasparente o invisibile

L’apparecchio trasparente, comunemente conosciuto come mascherina trasparente di allineamento, è un particolare tipo di apparecchio che riesce a spostare l’allineamento dei denti senza dover ricorrere alle piastrine, ne agli archi metallici presenti su un apparecchio fisso. Mettiamo subito in chiaro che questo tipo di apparecchio invisibile non sostituisce interamente l’apparecchio fisso nel raddrizzamento dei denti storti. Nei casi in cui venga richiesto un controllo più specifico su ogni singolo dente, si deve ricorrere necessariamente ad un dispositivo fisso, magari con attacchi in ceramica trasparente per renderlo meno visibile.

Prima di tutto è necessario prendere l’impronta dentale delle arcate e inviarla al laboratorio che produce le mascherine invisibili, insieme ad una scheda specifica con tutte le informazioni sugli spostamenti che ogni singolo dente deve eseguire. A questo punto, il laboratorio procederà alla fabbricazione dell’apparecchio seguendo le informazioni ricevute. Quando verranno installate all’interno del cavo orale, andranno a produrre una forza tale da spingere i denti nella posizione voluta. Di solito, le mascherine vengono cambiate ogni 14/21 giorni (circa 2/3 settimane) e devono essere tolte solo per mangiare o solo in circostanze “straordinarie”. Per un risultato ottimale, devono essere portate almeno per 20 ore al giorno (quindi sia di notte che di giorno).